Pillole di… Edilizia

Etimologia della parola

La parola edilizia, come la parola “edile” deriva dal latino aedile, a sua volta derivazione di aedes che significa “casa” o “abitazione” ma anche “tempio”. La parola “edificio” ha la medesima radice aedes legata al suffisso ficium che significa “fare”, “costruire”, realizzare”

Che cos’è l’edilizia

Per edilizia si intende l’insieme delle tecniche e delle conoscenze finalizzate alla realizzazione di una costruzione o più specificamente di un edificio.
Essa ha caratterizzato la storia dell’uomo che, sin dalle sue origini, si è impegnato in una continua modificazione del territorio attraverso opere di varia natura, affinché potesse essere abitato e fruito. I materiali e le tecniche dell’edilizia sono cambiati attraverso le epoche, sino alle grandi innovazioni dell’età contemporanea, quando l’industrializzazione ha fortemente coinvolto il campo delle costruzioni.

L’edilizia nella storia

Già molto progredite ai tempi di antiche civiltà quali quelle degli Egizi, dei Greci e specialmente dei Romani erano le grandi opere realizzate attraverso un’organizzazione dei cantieri che anticipò quella moderna.
Esistevano, infatti, imprese edili con operai specializzati, che intervenivano nelle fasi della costruzione seguendo tempi e modi prestabiliti: per esempio nella costruzione della muratura detta a secco, tipica delle opere edilizie romane, prima lavoravano operai che realizzavano in laterizio i due muri di contenimento e in seguito altre squadre di manovali curavano il getto del conglomerato cementizio (malta e pietre spezzate) all’interno dei due muri.
Non a caso l’arte di edificare fu alla base della potenza dell’Impero Romano: strade, ponti e acquedotti assicuravano i collegamenti e il controllo anche dei territori più lontani dell’Impero.

L’edilizia nell’età moderna

Nel corso della storia l’edilizia ha sempre rappresentato un importante segnale di civiltà a tal punto da poter riconoscere, all’interno del suo sviluppo, opere che per le loro caratteristiche spaziali e costruttive sono vere e proprie espressioni artistiche.
Solo dopo la rivoluzione industriale e la conseguente forte crescita delle città, si può parlare di “industria dell’edilizia”, collegata a partire dalla metà dell’Ottocento ai primi piani regolatori delle grandi capitali europee e al loro conseguente nuovo assetto territoriale. L’edilizia, quindi, comprende al suo interno anche la disciplina dell’urbanistica.
Sempre a metà dell’Ottocento si cominciarono a sperimentare nuovi materiali da costruzione (acciaio, cemento armato) e nuove tecniche costruttive, che trasformarono l’organizzazione del cantiere edile: se nel tradizionale cantiere l’opera veniva costruita integralmente nel luogo stesso del cantiere, dalla metà dell’Ottocento, per esempio con l’utilizzo delle strutture in acciaio, l’edificio poteva essere montato dopo che i vari pezzi erano stati prodotti nelle fabbriche specializzate.

I protagonisti dell’edilizia

Si possiamo identificare quali sono gli attori che intervengono come protagonisti, ognuno con il proprio ruolo, nell’attuale processo produttivo edilizio?
Tra i primi vi sono, senz’altro, coloro che devono usare l’opera edilizia: gli utenti. Qualsiasi cittadino, dunque, entra a far parte del processo edilizio, abitando una casa, percorrendo in macchina un ponte o una strada.
Vi sono poi gli enti pubblici (Stato, regioni, Provincie, Comuni) che regolano e promuovono le opere attraverso apposite leggi.
Le figure professionali coinvolte nell’edilizia sono molte e molto diverse tra loro: vi si trovano quelle che lavorano nelle imprese costruttrici, come gli operai edili e quelle impiegate nelle fabbriche specializzate nella produzione in serie di materiali e prodotti (mattoni, rivestimenti, infissi, impianti elettrici).
Infine sono importanti anche i professionisti: ingegneri edili, architetti, urbanisti, designer, geometri e direttori dei cantieri; tutte figure professionali che si occupano della programmazione delle opere, della loro progettazione nonché della loro esecuzione.

Le fasi del processo edilizio

Per processo edilizio si intende tutta la sequenza delle operazioni che riguardano la creazione, la realizzazione, l’uso ed il mantenimento di un’opera edilizia dalla sua progettazione iniziale, alla costruzione ed alla sua gestione per tutto il tempo di vita utile.
Per riassumere, le fasi principali del processo sono: la Progettazione, la Costruzione, la Gestione e la Manutenzione.